Lista dei Prodotti per Marca Geomag

Nel maggio del 1998 Claudio Vicentelli, tecnico esperto di applicazioni a magneti permanenti e ideatore del prodotto, deposita il brevetto relativo al circuito magnetico e il marchio “GEOMAG”. In origine il gioco era composto da una serie di barrette, dotate di due magneti alle estremità in lega di neodimio collegati da una spina metallica (sovrastampata con polipropilene), e sfere metalliche (un tempo ricoperte di nickel[1]) e, sfruttando il magnetismo per collegare barrette e sfere, è possibile creare strutture di varie dimensioni. Al modello originale (oggi denominato Geomag PRO) sono state affiancate delle varianti. Il brevetto definisce un particolare circuito ottenuto dall'accoppiamento di barrette (ognuna costituita da due magneti alle estremità collegati da una spina metallica) e sfere metalliche. Nell'agosto dello stesso anno, Vicentelli concede la licenza di produzione e commercializzazione mondiale del gioco a una società sarda, la Plastwood s.r.l. del calangianese Edoardo Tusacciu. Il debutto sul mercato risale alla fine del 1999, attraverso la catena Italiana di negozi “Città del Sole”. Nel 2002 a causa di divergenze di vedute sullo sviluppo del prodotto, i rapporti tra Vicentelli e Plastwood si interrompono. Questo porta alla nascita nel gennaio 2003 di Geomag SA, società svizzera con sede nel Canton Ticino, con firma del nuovo contratto di licenza alla stessa da parte di Vicentelli. A fine luglio Geomag SA inizia la produzione e la commercializzazione del prodotto, compresa la sua evoluzione PANEL (facce triangolari, romboidali, quadrate e pentagonali di policarbonato semi-trasparente colorato, utilizzabili per riempire i “buchi” delle strutture create con le barrette, con funzione decorativa e di sostegno). Nel 2004 Vicentelli deposita il marchio e un brevetto relativo a un gioco strategico denominato MAGNETIC CHALLENGE le cui “pedine” sono barrette Geomag e un altro brevetto relativo a dei blocchi che utilizzano Geomag come scheletro di sostentamento (non ancora industrializzato). Nel 2005 viene prodotta la linea G-BABY, caratterizzata da cubi e semisfere con facce magnetiche dedicata alla prima infanzia. Geomag SA, impoverita in maniera grave dalla lotta concorrenziale, essendo sostanzialmente azienda mono prodotto, si vede costretta a chiedere nel novembre 2007 una moratoria concordataria per sei mesi. Nel 2008 una cordata di imprenditori fa nascere una nuova società, l'attuale Geomagworld SA. Nel 2009 Geomagworld SA inizia un percorso di parziale reindustrializzazione, e già in aprile porta avanti la produzione della barretta magnetica più lunga (58 mm). 

Nel 1998 abbiamo inventato il primo giocattolo di costruzione magnetico. Semplici elementi come barrette magnetiche e sfere metalliche, tenuti insieme da una magica forza attrattiva, permettevano e permettono ancora oggi di costruire strutture incredibili. Nel corso degli anni, abbiamo fatto giocare milioni di persone e ci siamo resi conto che il magnetismo è solo una delle tante forze invisibili che contribuiscono a dare vita alle piattaforme Geomagworld. La fantasia, l’intelligenza, la mente umana, il magnetismo e anche la gravità, sono tutte energie che non si vedono ma che rendono possibile, divertente ed educativa l’attività del gioco con i nostri prodotti. La nostra azienda e i nostri prodotti si fondano inoltre sul valore della RESPONSABILITA’ SOCIALE. Tra le diverse attività che promuovono tale valore segnaliamo un progetto attivo presso il carcere di Lugano che dà la possibilità ai detenuti di intraprendere un percorso che consente, attraverso i nostri prodotti, la loro progressiva integrazione nell’ambito lavorativo. Imparare giocando. La maggior parte dei nostri prodotti e certamente qualificabile nella categoria STEM acronimo di Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica, che indica un approccio interdisciplinare all’apprendimento attraverso il quale grandi e piccoli applicano tali materie in contesti di vita quotidiana. Strutture geometriche, magnetismo, forza di gravità, meccanismi in movimento, tutti insieme oltre a offrire infinite possibilità di costruzione, stimolano un modo particolare di pensare scientifico e tecnologico, avvicinando con naturalezza e semplicità bambini e ragazzi al mondo delle scienze e delle tecnologie. Tali peculiarità presenti nelle nostre piattaforme, permettono di utilizzare l’immaginazione per trovare soluzioni uniche a diversi problemi. Agevolano inoltre lo sviluppo della coordinazione occhio-mano che si evolve in contemporanea alle abilità spaziali e cognitive. La vocazione all’apprendimento dei nostri prodotti si concretizza nel progetto GEOMAG EDUCATION che porta le magiche forze che animano le nostre piattaforme nelle scuole. Grazie alle costruzioni, gli studenti scoprono e approfondiscono divertendosi aspetti particolari delle materie del curriculum scolastico, spaziando dalla geometria alla fisica e dalle sue delle sue applicazioni tecnologiche, ingegneristiche e meccaniche, attraverso un metodo e contenuti speciali realizzati in collaborazione con uno staff internazionale di insegnanti.

Geomag 134 - Magicube Animali Polari 8 pcs

19,59 €

Questo set contiene 8 cubetti che permettono di realizzare 4 differenti creazioni ambientate nel gelo polare e 2 carte che danno idee e spunti di costruzione. I cubi sono in grado di attaccarsi fra loro su qualunque lato e restare addirittura sospesi! In questo modo le costruzioni diventano sorprendenti ma anche facili da realizzare proprio per tutti, persino per bambini molto piccoli. La linea Magicube comprende anche i set Fruit, Animal Friends, River Animals e Safari Park, contenenti fino a 14 cubetti. Tutti i set sono compatibili tra loro. I Magicube vengono interamente prodotti in Svizzera, utilizzando materiali sicuri e garantiti al 100%

Numero modello: 134
Numero pezzi: 8
Dimensioni del prodotto: cm 40 x 24 x 30
Età consigliata: 18 mesi e più